L'archivio storico di nuniez.it

Hit Counter

News & Comunicati
Servizi speciali
Gamba d'Oro
Ammazzinverno
Piede d'Oro
Vco in corsa
Circuito Running
Notizie dalla Fidal
Allenamento
Consigli e Curiosità

 

060212_msg-051-partenza.jpg (134223 byte)10^ Mezza Maratona di San Gaudenzio

Novara, 12/02/06

A cura di Nuniez

Servizio fotografico di Nuniez e Alessandra Viganò

 

Nell'edizione del decennale record di presenze e vittoria per Amed Nasef e Daniela Vassalli

Il marocchino Amed Nasef si aggiudica la decima edizione della Mezza Maratona di San Gaudenzio dominando con il tempo di 1h06'28''; tra le donne la bergamasca Daniela Vassalli vince con un allungo nel finale il duello con la cuneese Monica Panuello, fermando il crono a 1h19'50''.

 

IL SERVIZIO FOTOGRAFICO
In attesa del via La partenza I passaggi al 5° e al 10° km
Al traguardo Il dopogara Le premiazioni
I FILMATI
Partenza Passaggio 5° km (1) Passaggio 5° km (2)
Passaggio 10° km Arrivo di Nasef (1°) Arrivo di Santachiara (2°)
Arrivo di Zenucchi (3°) e Colnaghi (4°) Arrivo in volata per il 7° posto Arrivo della Vassalli (1^)
Intervista ad Amed Nasef Intervista a Daniela Vassalli
LA CRONACA

La Mezza Maratona di San Gaudenzio compie dieci anni e lo fa nel migliore dei modi, incrementando le iscrizioni, fornendo 060212_msg-100-perc1.jpg (145298 byte)a tutti i podisti un servizio di tutto rispetto, e correggendo gli errori degli anni passati; combattendo contro mille difficoltà di una città come Novara che, come tutti sanno, non è di certo ai primi posti nella classifica dei centri più simpatizzanti verso il podismo. In questo viaggio sono cambiate molto le cose rispetto ad un decennio fa quando un signore barbuto ma dalla grande passione sportiva come quella di Sandro Negri, unita anche a quella verso una città che troppe poche volte ha contraccambiato, ha messo in piedi un qualcosa che oggi, grazie anche alla collaborazione di Adriano Montanari, Presidente Fidal del Comitato Provinciale, e alla supervisione tecnica di Davide Daccò, può rappresentare un segno molto positivo per il podismo novarese, città da sempre di grande tradizione sportiva.

Nonostante i problemi dovuti al maltempo, che hanno fatto slittare la data di due settimane (dal 29 gennaio al 12 febbraio), la partecipazione è stata ottima, ben 690 iscritti (il 25% in più del 2005) con 574 concorrenti giunti al traguardo di V.le Kennedy. A detta di tutti i ristori 060212_msg-323-prem1.jpg (144393 byte)sul percorso erano all'altezza, ma i complimenti maggiori vanno al maxi ristoro finale che ha soddisfatto proprio tutti, atleti e spettatori. Anche lungo il percorso non ci sono stati particolari problemi di traffico, punto dolente di tutte le altre manifestazioni, con rilevamenti chilometrici precisi e ben segnalati. L'appoggio del Palazzetto "Dal Lago" si è rivelato nuovamente una scelta azzeccata, e se si vuole avere una manifestazione di un certo livello anche obbligata, che ha fornito appoggio logistico per la distribuzione dei pettorali, spogliatoi e docce, e premiazioni avvenute direttamente sul campo dove si cimentano le glorie novaresi dell'Asystel e della Cimberio. Partecipazione anche delle autorità comunali che hanno presenziato alle premiazioni, quali il Sindaco Massimo Giordano, l'Assessore Regionale Gaetano Nastri e l'Assessore agli impianti sportivi Franco Caressa; tutti i trofei consegnati sono stati messi in palio dall'Associazione Panathlon di Novara. A fare da contorno alla gara anche una 060212_msg-351-prem2.jpg (151225 byte)10 km non competitiva (1 giro del percorso) che ha visto complessivamente 250 concorrenti, per lo più studenti delle scuole novaresi.

Particolarmente apprezzato anche il sorteggio tra i partecipanti di un viaggio premio per la ING New York Marathon 2006 messo in palio dal Centro Alcarotti di Novara; il fortunato estratto è stato il valsesiano Ronzani Tiziano, pettorale 670, che aveva concluso la gara con l'ottimo tempo di 1h15'35''.

Sotto l'aspetto agonistico la gara ha visto il dominio netto del marocchino di Monza Amed Nasef che ha controllato per la prima metà e poi ha aperto il gas nella seconda; Nasef è sempre stato al comando tirando un gruppetto di quattro atleti, oltre a lui Bruno Santachiara, 060212_msg-203-arrivonasef.jpg (114656 byte)Emanuele Zenucchi e Pietro Colnaghi. Il gruppo è rimasto compatto per i primi 7 km, poi un leggero cambio di ritmo del marocchino ha fatto staccare Zenucchi e Colnaghi; dopo il passaggio in viale Kennedy, al 10° km, Nasef decideva di cambiare passo e di proseguire in solitaria per evitare sorprese, andando così a vincere con il tempo di 1h06'28; a un minuto esatto si aggiudicava il secondo posto Bruno Santachiara mentre Zenucchi (3° in 1h07'42'') aveva la meglio allo sprint su Colnaghi che nonostante il mancato podio per un soffio festeggiava ugualmente per il personale, 1h07'47''. Il quinto posto era di un altro marocchino, Aziz Melliani, che dopo una gara completamente in solitaria guadagnava la quinta posizione con il tempo di 1h11'19'', rischiando però molto nel finale a causa di un arrembante Sergio Curreli, sesto in 1h11'23''.

Al termine della gara Nasef si è dimostrato molto contento per il risultato, infatti era venuto qui con un obiettivo preciso, la vittoria, e lo ha centrato meritatamente, ma anche per il tempo. Il marocchino, che abita a Monza gia da qualche anno e oltre a correre fa l'imbianchino, ha tra i suoi successi la vittoria dell'ultima edizione della Maratona di Livorno lo scorso novembre con il tempo di 2h'17'50; inoltre ha in programma di correre una maratona, forse quella di Roma, con l'obiettivo di migliorare il suo primato di 2h15'27'' ottenuto nel 2004 con il secondo posto nella Maratona di Siracusa.

Se da un lato la gara maschile ha visto un mattatore incontrastato, dall'altro la gara femminile ha visto, praticamente dal primo all'ultimo chilometro, un doppio duello per il primo e 060212_msg-arrivovassalli.jpg (125254 byte)secondo e per il terzo e quarto posto. Infatti la bergamasca Daniela Vassalli e la cuneese Monica Panuello hanno corso appaiate per l'intera gara a ritmo di personale, cosa che hanno centrato entrambe, ma mentre la Vassalli è arrivata più brillante nel finale e ha potuto così prodigarsi in un allungo vincente che le è valso la vittoria, con il tempo di 1h19'50'', la Panuello è giunta in viale Kennedy molto provata e ha dovuto accontentarsi della seconda piazza in 1h19'54''. Anche per il gradino più basso del podio si è assistito ad un agguerrito duello tra Giovanna Cavalli e Chiara Boschini, risolto anche questo solo nel finale con uno sprint degno di una centometrista da parte della Cavalli; per lei un tempo di 1h24'49'' mentre per la Boschini quarto posto e tempo di 1h25'04''. Molto più distaccata con il tempo di 1h27'14'' la quinta, Stefania Cherasco.

Daniela Vassalli, bergamasca di 30 anni, e con due figli, è allenata da Emanuele Zenucchi, per lei il 2006 è iniziato veramente bene con la vittoria a inizio anno della Maratona del Brembo con il tempo di 3h04' e a distanza di un mese un'altra vittoria fanno ben presagire per una stagione il cui obiettivo primario sono le World Series di Skyrunning, dopo l'ottima prova al Trofeo Scaccabarozzi a settembre (prova valida per le Ws 2005) nella quale si era permessa addirittura il secondo posto davanti ad Emanuela Brizio.

SCARICA LA CLASSIFICA GENERALE

ATTESTATI DI PARTECIPAZIONE