L'archivio storico di nuniez.it

Hit Counter

News & Comunicati
Servizi speciali
Gamba d'Oro
Ammazzinverno
Piede d'Oro
Vco in corsa
Circuito Running
Notizie dalla Fidal
Allenamento
Consigli e Curiosità

 

2ª Prova Poker del Cross novarese

Bedisco, 26/12/03

A cura di Pier Carlo Manni

Davide Bacchetta concede il bis

ANZOLA_029.jpg (54180 byte)E' ancora lui, l'atleta di Oleggio Castello (nella foto ad Anzola), ad imporsi nella seconda prova del "Poker del Cross Novarese" a Bedisco, disputasi nel pomeriggio dell 26 dicembre.

Nella piccola frazione oleggese, patria di Mauro Fortina, uno degli organizzatori della manifestazione, ben 220 gli atleti che si sono presentati ai nastri di partenza, a smaltire, chi più e chi meno, il surplus calorico accumulato in pranzi e cenoni natalizi. Ad attenderli anche uno splendido sole ed un cielo azzurro sul cui sfondo si stagliava l'imponente mole di un Monte Rosa quanto mai sfavillante nel suo manto di neve.

Il percorso di gara predisposto dagli organizzatori risultava interamente pianeggiante, ricavato nei prati circostanti l'abitato. A vivacizzarlo il tratto a metà giro che, inoltrandosi in un piccolo bosco, prevedeva il superamento in due punti di un ruscello, fortunatamente in secca, con relativi saliscendi. E proprio in questa parte si sarebbe decisa la gara principale.

Infatti, dopo la selezione dei migliori avvenuta nel primo dei tre giri previsti, si portava al comando la copia formata da Davide Bacchetta e Stefano Vercelli. I due, che ben si conoscono, proseguivano assieme, riuscendo ad ottenere in breve un buon vantaggio sul resto degli inseguitori da cui si era staccato Maurizio Brassini, lanciato all'inseguimento solitario della coppia di testa. Più ancora distanziato un terzetto di cui facevano parte Marco Brambilla, Daniele Binda ed il marocchino Abdel Kader. Bacchetta e Vercelli transitavano così all'inizio del terzo ed ultimo giro con un vantaggio che li metteva al sicuro, salvo improvvisi crolli fisici, da qualsiasi pericolo. Si prospettava così una vittoria da giocarsi in volata. Ma proprio nel tratto succitato, Bacchetta allungava deciso e staccava Vercelli, forse un poco attardato dal sorpasso di alcuni doppiati. A nulla serviva il successivo tentativo di aggancio che Vercelli portava; Bacchetta teneva il passo e riusciva a tagliare vittoriosamente il traguardo. Secondo era quindi Vercelli, con Brassini che manteneva la terza piazza precedentemente conquistata. La lotta per il quarto posto era appannaggio di Marco Brambilla davanti ad Antonio Trogu, autore di un giro finale alla grande che gli permetteva di recuperare il distacco dal terzetto che lo precedeva e di disputare la volata per le posizioni sotto il podio. Seguivano poi Abdel Kader ed il giovane Daniele Binda.

campaccio2003 087.jpg (48088 byte)Vittoria della ventiseienne marocchina Fatna Maraoui, atleta Cover, in campo femminile (nella foto al Campaccio '03). Netto il distacco inflitto alle avversarie, risultato di una corsa condotta sempre al comando con un buon ritmo. Seconda all'arrivo Moira Fagotto, che aveva iniziato con cautela, forse troppa, la prima parte di gara. Giornata comunque positiva per la giovane di Sesto Calende che cura, tra l'altro, la preparazione sia di Bacchetta che di Vercelli, cui è legata da un vincolo affettivo. Con il terzo posto ottenuto, Francesca Barone, vincitrice della prima prova a Castelletto Ticino, mette una seria ipoteca per conquistarsi il primo posto nella classifica finale del calendario. A breve distanza, chiudeva in quarta posizione la feriolese Simona Galli, ottima davvero la sua prestazione, precedendo la novarese Mara Dellavecchia, che aveva ottenuto il terzo posto nella "3 Miglia d'Oro" svoltasi nella stessa mattinata del 26 a Novara. Reduce da questa gara, dove è giunta in quinta posizione, era anche Monica Barricelli, la seconda arrivata di Castelletto Ticino, classificatasi al settimo posto dietro la lavenese Ombretta Bellorini. 

Nella gara riservata ai ragazzi, svoltasi in precedenza sulla distanza di un giro, ancora una vittoria per i fratelli Federica e Massimiliano Cerutti. 

Sempre da rimarcare la cura e la competenza con cui la prova è stata predisposta, sia per quanto riguarda l'aspetto sportivo che per il dopo corsa, vedi ristori e riconoscimenti vari.

 

LA CLASSIFICA DELLA SECONDA PROVA 

LE FOTO

(dal sito www.oleggio2000.it