L'archivio storico di nuniez.it

Hit Counter

News & Comunicati
Servizi speciali
Gamba d'Oro
Ammazzinverno
Piede d'Oro
Vco in corsa
Circuito Running
Notizie dalla Fidal
Allenamento
Consigli e CuriositÓ

 

04 COLAZZA GDO 030
44^ Prova Gamba d'Oro 2005

Corriamo con l'AVIS nel Parco del Fenera

Boca, 28/08/05

A cura di Pier Carlo Manni

 

Al successo Valentino Tancini e la new entry Isabella Ferrari

L'acquazzone abbattutosi il sabato precedente sul Novarese non ha fortunatamente lasciato brutti segni su Boca, sede designata per la quarantaquattresima prova della Gamba d'Oro. A ricordarne il passaggio, le classiche pozzanghere formatesi in alcuni punti del percorso di gara ma anche la frizzante, quasi fredda, aria mattutina. "Corri con l'AVIS nel Parco del Fe nera", denominazione della camminata, ha radunato al suo via 435 iscritti, una cifra pi¨ che onorevole stante le concomitanze - ormai diventate solite - domenicali. 

 

LA CRONACA

Sede di partenza il piazzale antistante il Santuario del Santissimo Crocifisso, il cui primo progetto di costruzione si deve all'ingegno dell'Antonelli che lo ide˛ nel 1830. Poi, dopo un breve tratto interno e l'uscita dal porticato, si Ŕ presentato il primo di una serie di saliscendi che avrebbero caratterizzato l'intero tracciato. Tra le vigne giÓ cariche di grappoli d'uva da pigiare per ricavarne il Boca - vino D.O.C. color rosso rubino brillante con leggere sfumature di granata, dal gradevole profumo di mammola, dal sapore asciutto, sapido, armonico, corposo che richiede 3 anni di invecchiamento, di cui 2 in botti di rovere o di castagno (come citato dalle note) - e i boschi dagli alberi ancora frondosi, Ŕ stato compiuto un ampio giro in questa zona bassa del Parco fino ad uscire nell'area cimiteriale fuori dall'abitato. Attraversata la provinciale, ecco iniziarsi la seconda parte con il percorso che si portava verso la salita di Montalbano. Ma, come giÓ per la serale del 30 giugno scorso, la strada sterrata non si dirigeva verso la sommitÓ della collina - dove si conservano parte delle strutture dell'antico castello dei Brusati le cui piccole case che si aprono sul cortile conservano, sui loro muri esterni, una serie di affreschi che ritraggono una fortificazione animata da soldati, cavalieri e paggi - ma svolta nella zona inferiore e la interessa per un breve tratto. Un'ultima discesa sterrata tra i boschi raggiunge poi le sponde del torrente Strona e, dopo il suo attraversamento, al successivo ed ultimo strappetto che termina nell'area del tendone dei festeggiamenti dove Ŕ posto il traguardo. 

Dopo i tanti buoni piazzamenti ottenuti nel corso di precedenti prove, arriva pi¨ che meritato il successo per Valentino Tancini. Una prestazione di rilievo la sua confermata dal grande vantaggio con cui ha tagliato il traguardo. Circa un minuto ha diviso il vincitore dal secondo arrivato Rocco Macellaro, atleta di casa risiedendo nella limitrofa Maggiora. Poco pi¨ staccato, Ŕ giunto terzo il romagnanese Alessandro Mira D'Ercole con Fabio Gattoni e Francesco Guglielminetti nelle posizioni successive. Una sorprendente new entry nell'albo d'oro delle vincitrici in Gamba d'Oro. Rientrata definitivamente in Italia dopo alcuni anni negli States, la borgomanerese Isabella Cerutti si Ŕ presentata al via senza ambizioni particolari. Con il suo passo regolare Ŕ invece riuscita a portarsi in testa e, senza farsi raggiungere, ha tagliato in solitaria il traguardo d'arrivo. Ad evidenziarne ancor pi¨ la prestazione l'aver preceduto Cecilia Mora, reduce dai successi ottenuti in gare quali la Passo di Premia-Salecchio Superiore (15 agosto) e la gara di Bognanco valida per il campionato provinciale Novara e VCO di cor- sa in montagna (21 agosto). Dopo le prime due, sono poi arrivate Yulia Baykova, Rita Magistri e Gabriella Marrari. Il solito Michael Cusinato si Ŕ imposto nel minigiro, precedendo Daniele Asietti, Alex Cavigioli, Marco Oioli e Matteo Brumana. Tra le ragazze, torna alla vittoria Stefania Gramoni davanti a Alice Sogni, Giulia Guglielmineti, Michela Gnoato e Alessia Battocchio.