L'archivio storico di nuniez.it

Hit Counter

News & Comunicati
Servizi speciali
Gamba d'Oro
Ammazzinverno
Piede d'Oro
Vco in corsa
Circuito Running
Notizie dalla Fidal
Allenamento
Consigli e Curiosità

 

37^ Prova Gamba d'Oro 2005

Marcia del sorriso

Soriso (NO), 15/07/05

A cura di Pier Carlo Manni

 

Salah Ouyat gioca in casa e vince - Tra le donne si impone Roberta Picozzi

Davvero un boom le serali del venerdì! Dopo quella che potremmo chiamare "pausa tecnica" di Fomarco di Pieve Vergonte, sulla cui inferiore partecipazione hanno indubbiamente influito, oggi più che mai visto il continuo rialzo del prezzo della benzina, i tanti chilometri che molte persone avrebbero dovuto affrontare, ben 615 sono risultati gli iscritti per la tappa di Soriso. Cifra record per "il paese delle cento vedute" che meritatamente premia gli sforzi dei locali organizzatori che, anche per questo appuntamento numero trentasei del corrente calendario, hanno riproposto il tracciato collaudato e positivamente apprezzato delle passate edizioni. 

 

LA CRONACA

Seimiladuecento metri che hanno ben messo alla prova le gambe dei partecipanti, impegnate ad affrontare e superare una serie di saliscendi che si snodavano attorno a questo caratteristico paese edificato ai piedi del Colle del Castello, dove sorge anche la Chiesa Parrocchiale di San Giacomo. Proprio la salita verso questa zona è stata la prima difficoltà incontrata in quanto inserita poco prima del termine del chilometro iniziale. Era poi la zona del Monte Gaggia ad essere successivamente interessata con il percorso che compiva un vero e proprio giro - inizio pianeggiante indi più nervoso - attraverso i boschi lungo i versanti dell'altura per terminare con il rientro ancora in zona Colle del Castello. Una deviazione a destra verso un brevissimo strappo e poi, terminata la successiva discesa, iniziava la seconda e conclusiva parte che si snodava interamente nel cuore dell'abitato. Successivo passaggio davanti al campo sportivo per poi portarsi verso la parte periferica ed uscire sulla strada che raggiunge l'oratorio della Beata Vergine delle Grazie, nei pressi del locale cimitero. Voltando in direzione opposta a sinistra, si entrava nel chilometro finale nel corso del quale veniva interessata, dopo essere transitati davanti all'altro oratorio dedicato a San Rocco, la strada d'ingresso paese. In leggero falsopiano, questa via rettilinea veniva, poco dopo il rinomato ristorante "Al Sorriso", interrotta da una svolta a destra che scendeva brevemente per inserirsi in un sentiero sterrato che, dopo un ultimo su e giù, portava alla salita finale di duecento metri per l'ultima fatica che si esauriva solo all'interno dello spiazzo del locale Circolo Operaio dove era posto il traguardo.

Qui, solitario, giungeva ancora una volta Salah Ouyat. Era la corsa di casa, risiedendo ormai da tempo a Soriso, ed il marocchino non tradiva il pronostico e si imponeva con autorità, bissando così il successo da lui ottenuto lo scorso anno. Secondo posto per il connazionale Hraiba Abdelhadi che ha saputo tener testa, soprattutto nei tratti in discesa, a Virgilio Franchi, l'atleta varesino che si sta ben difendendo anche in corse dal profilo ondulante meno confacenti alle sue doti di passista veloce. Alle spalle dei primi tre si piazzava Said Ouyat, fratello minore del vincitore, seguito a breve da Fabio Gattoni.

In campo femminile, nuova vittoria di Roberta Picozzi, già ricordata moglie dello stesso Fabio. Davvero in forma, la borgomanerese ha tenuto dietro Rita Magistri che, partita a centro gruppo, era riuscita a recuperare fino a portarsi da sola all'inseguimento della battistrada. Un'azione pagata probabilmente nel finale ma che le permetteva di ottenere questo ben meritato secondo posto. Terza piazza per Alice Di Simone, autrice di un brillante avvio e superata poi solo delle prime due, seguita da Barbara Caione e Gisella Campolo.

Michael Cusinato e Monica Mercatali ancora mattatori tra gli under 14. Il giovane di Auzate, frazione di Gozzano ai confini con Soriso, precedeva Alex Cavigioli e Marco Oioli mentre erano Prisca Stefani e Monica Gramoni a terminare alle spalle della quasi imbattibile Monica.