L'archivio storico di nuniez.it

Hit Counter

News & Comunicati
Servizi speciali
Gamba d'Oro
Ammazzinverno
Piede d'Oro
Vco in corsa
Circuito Running
Notizie dalla Fidal
Allenamento
Consigli e Curiosità

 

35^ Prova Gamba d'Oro 2005

Camminata della "Madonna della Crosa"

Fomarco di Pieve Vergonte (VB), 08/07/05

A cura di Pier Carlo Manni

 

A Fomarco vincono l'ossolano Gabriele Pozzi e la mergozzese Daniela Maestroni

Classica prova, quella numero trentacinque, per specialisti di corsa in montagna. Dove, oltre alla agilità nell'affrontare e superare le salite, bisogna avere anche doti di spericolatezza per domare le discese. Ottimo esempio e banco di prova proprio questo appuntamento nella frazione Fomarco di Pieve Vergonte. 

 

LA CRONACA

Con partenza ed arrivo dalla località Crosa, dove erano in pieno svolgimento i festeggiamenti in onore della Madonna della Crosa, la cui cappelletta sorge poco sopra la sede di ritrovo, gli organizzatori hanno riproposto il tracciato ormai sperimentato nelle precedenti edizioni. Parte iniziale ricavato attorno alla località con un giro che, in asfalto per il tratto iniziale in salita lungo la strada che porta alla diga dell'ENEL, termina con il sentiero sterrato che porta in discesa a ripassare davanti alla partenza. Inizia da lì la lunga discesa verso il sottostante abitato che, dopo il passaggio dal centro paese, si conclude poco sotto la località Santa Maria per risalire verso l'arrivo. Circa cento metri dopo, viene abbandonata la strada asfaltata per entrare a sinistra ed iniziare un nuovo sentiero sassoso che entra tra i boschi e, prima di arrivare allo scollinamento a metà china, presenta alcuni punti di varia difficoltà, vuoi per la pendenza ma anche per la tenuta del fondo stesso. Minor fatica ma maggior attenzione da prestare lungo l'ancor più stretto successivo sentiero che, scorrendo al limiti dei fianchi della montagna, sbuca e si conclude in prossimità di Casa del Conte. Inizia da lì la parte finale lungo la strada asfaltata che, già precedentemente percorsa in senso contrario, si presenta ora ancor più ostica sia per la fatica che, soprattutto, per la costante salita che si inasprisce in alcuni punti dove la pendenza si fa' più accentuata. Uno di questi viene affrontato proprio nei duecento metri finali al termine dei quali il traguardo finale arriva quanto mai atteso e sospirato.

E i cosiddetti "camosci" non hanno certo tradito le attese. A transitare per primo sotto lo striscione d'arrivo è stato Gabriele Pozzi. Residente a Bannio Anzino, l'ossolano ha inferto il colpo decisivo proprio all'uscita sull'asfalto a Santa Maria, allungando il passo e, tenendo gli avversari a distanza di sicurezza, andarsene da solo verso la meritata vittoria. Alle sue spalle, molto bene si è comportato il giovane Mattia Scrimaglia, qui vincitore nella edizione precedente, che, dopo aver tentato di portarsi nella scia di Pozzi, ha proseguito con un'andatura regolare utile per farlo chiudere in seconda posizione evitando di farsi raggiungere e superare da Gabriele Blardone, terzo a breve distanza. Raggiungendolo e superandolo proprio nei duecento finali, Alberto Gramegna strappava poi la quarta piazza ad Enrico Zambonini, concittadino del vincitore.

Prisuccesso stagionale di Gamba d'Oro per Daniela Maestroni. La mergozzese, reduce dal secondo posto ottenuto proprio nella gara di casa di lunedì 4, ha portato a termine vittoriosamente una gara che l'ha vista protagonista sin dalle fasi iniziali dove si è guadagnata quel vantaggio che, incrementato nella salita finale, le ha permesso di precedere la domese Roberta Pergrossi. Di salita, a Bedisco dove risiede, neanche l'ombra. Ciò nonostante Alice Di Simone sa' ben comportarsi quando la strada va all'insù e lo ha dimostrato in questa occassione con il suo terzo posto finale. Da molto tempo assente dal podismo, la verbanese Alessandra Betteo firmava il suo rientro con una più che positiva quarta posizione ottenuta precedendo la domese Maria Cristina Barcella.

Marco Oioli, uno degli ultimi giovani arrivati nel giro podistico, ha ottenuto la sua prima vittoria nel minigiro maschile under 14. Già protagonista di buoni piazzamenti, questa volta l'ornavassese ha superato tutti vincendo davanti a Davide Panighetti, Nicolò Franzoni, Lorenzo Porzio e Alberto Cerlini. Molto bella la prova nelle pari età ragazze dove vincitrice è risultata la domese Gloria Grossi che, ben difendendosi in gare di corsa in montagna anche di maggior spessore quali la Baceno/Devero/ Crampiolo - disputatasi martedì 16 agosto - ha preceduto due valide "avversarie" quali Monica Mercatali e Sara Allegranza. Alle piazze successive si sono poi classificate Prisca Stefani e Elisa Panighetti.