L'archivio storico di nuniez.it

Hit Counter

News & Comunicati
Servizi speciali
Gamba d'Oro
Ammazzinverno
Piede d'Oro
Vco in corsa
Circuito Running
Notizie dalla Fidal
Allenamento
Consigli e Curiosità

 

11^ Prova Gamba d'Oro 2005

32^ Camminata del Motto Cerea

Gattico, 01/05/05

A cura di Pier Carlo Manni

 

Rachid Housni e Simona Galli vincono a Gattico

Ricordate Rolando, il personaggio creato da Aldo Baglio del trio Aldo, Giovanni e Giacomo, e quella sua caratteristica esclamazione:"Non ci posso creeeedere? Ebbene, fosse stato presente a Gattico per la "Camminata del Motto Cerea" non avrebbe certamente potuto esimersi dal pronunciare questa frase. Perchè, dopo varie edizioni in cui il maltempo si era fatto sentire o nell'immediata vigilia o nel giorno stesso della prova, incredibile ma vero, domenica 1° maggio la trentaduesima edizione di questa manifestazione si è disputata sotto un cielo sereno e senza minaccia di pioggia. Così i 597 iscritti hanno finalmente potuto gustare appieno il tradizionale percorso che i locali organizzatori avevano disegnato già da qualche anno. 

 

LA CRONACA

050320_M4C_3 (57).jpg (53325 byte)Partiti dalla nuova circonvallazione che circonda il campo sportivo e superate la breve salita e la successiva discesa, con una svolta a sinistra i partecipanti hanno iniziato un sentiero sterrato tra i boschi che, abbastanza filante, li avrebbe portati in direzione dell'autostrada A26 dove, usciti dalla selva, si immettevano su un nuovo sentiero sterrato che corre parallelamente alla stessa. Costellato da piccoli dossi, questo tratto si interrompeva quattrocento metri dopo per farli rientrare nel cuore vero e proprio del Motto Cerea, l'altura di 369 m. che dà il nome alla camminata. Si iniziava così una parte di gara molto nervosa con tratti piani alternantisi a saliscendi, l'ultimo dei quali discretamente impegnativo. Superata questo faticoso tratto, un sentiero erboso portava al passaggio dalla Cascina Lavaggio, una della tante caratteristiche abitazioni contadine che sorgono nella zona. Attraversatane l'aia, il tracciato, cento metri dopo, scendeva per raggiungere la località Gèola e ritrovare l'asfalto con l'uscita sulla strada per Maggiate Superiore. Qui si trovava il posto di ristoro, allestito davanti al locale circolo da dove prenderà il via e si concluderà la prova numero cinquanta dell'attuale calendario. Posto di assistenza quanto mai opportuno perchè da lì iniziava il tratto più difficile con la salita verso Villa Magnani e il suo proseguimento verso la zona superiore dove si trova Cascina Scella. Più di un chilometro e mezzo di ascesa con un inasprimento della pendenza poco prima del passaggio dalla stessa abitazione. Le fatiche altimetriche non era però finite perchè, dopo l'imbocco del sentiero che portava nei paraggi di Cascina Ciabatinetto e la successiva discesa, il chilometro finale, che iniziava poco dopo, presentava uno strappo di circa duecento metri. Più ripido nella parte iniziale, si addolciva in corrispondenza del passaggio dalla località Bressanella per poi trasformarsi nella lunga discesa interamente asfaltata che, passando nei pressi della Cascina Erbea, avrebbe riportato i partecipanti a rientrare sull'iniziale circonvallazione e concludere le loro fatiche all'interno del campo sportivo stesso.

Punto cruciale e decisivo per l'esito della gara è stata proprio la salita da Villa Magnani. Fino a quel punto, al comando della corsa si trovavano Fabio Gattoni, maggiatese di origine che ben conosce la zona, ed il marocchino Rachid Housni. I due erano riusciti, con una prima parte di gara a ritmo sostenuto, a mettere tra loro e gli immediati inseguitori un buon margine di vantaggio. Poco dopo l'inizio dell'ascesa, Housni allungava il passo e, a poco a poco, si liberava dell'avversario. Era l'azione decisiva perchè il trentenne marocchino, residente a Gallarate, non si faceva più raggiungere e, con un margine di sicurezza, faceva definitivamente sua l'impegnativa prova. Dopo Gattoni, che aveva mantenuto senza problemi il secondo posto, era terzo il giovane domese Mattia Scrimaglia, l'avversario più temuto dai due che, proprio conoscendone le qualità di specialista della corsa in salita, avevano impresso l'iniziale passo veloce allo scopo, poi concretizzatosi, di staccarlo prima dell'ultima salita. Autori di una buona performance personale, Giorgio Dal Cero e Maurizio Chiarello concludevano poi nelle posizioni immediatamente successive.

Seconda domenicale vittoria consecutiva per Simona Galli (in alto). Una gara di testa conclusa dalla feriolese con ampio margine nei confronti di Roberta Picozzi. Più distanziate, ci classificavano nell'ordine Alide Di Simone, Simonetta Montis e Barbara Caione.

Terzo successo stagionale tra gli under 14 ragazzi per Alex Cavi- gioli, vincitore davanti a Daniele Asietti e Lorenzo Porzio. Continua la sua serie di vittorie, nella pari categoria ragazze, Monica Mercatali che si lascia ancora una volta alle spalle Valentina Mora e Stefania Gramoni.