L'archivio storico di nuniez.it

Hit Counter

News & Comunicati
Servizi speciali
Gamba d'Oro
Ammazzinverno
Piede d'Oro
Vco in corsa
Circuito Running
Notizie dalla Fidal
Allenamento
Consigli e Curiosità

 

04 BUGNATE 011.jpg (99741 byte)40ª Prova Gamba d’Oro 2004

Bugnate, 30/07/04

A cura di Pier Carlo Manni

Servizio fotografico di Costantino Pagani

Luciani ancora sconfitto da Ouyat – Miriam Borgini autrice di un’ottima prestazione

Con i suoi 541 metri s.l.m., il Colle della Guardia offre un ampio panorama che comprende Lago d'Orta, Alpi e Prealpi. Sormontato dalla cappella dedicata alla omonima Madonna, l'altura sovrasta l'abitato di Bugnate, frazione di Gozzano, sita a 491metri s.l.m. e teatro, venerdi' 30 luglio, della quarantesima prova della Gamba d'Oro. Appuntamento di grande richiamo cui hanno risposto in 560, questo il numero complessivo degli iscritti, tutti pronti a lanciarsi lungo i sei chilometri previsti dal tracciato.

Questo di Bugnate, con alcune recenti modifiche, è un percorso che si sviluppa in due parti ben distinte. Il primo settore vede i podisti percorrere, dopo la partenza data sulla strada ai piedi del colle che collega la frazione gozzanese a Pogno, un sentiero che gira tra i boschi circostanti e, passando nei pressi del laghetto, presenta un alternarsi di brevi falsopiani che 04 BUGNATE 052.jpg (84550 byte)terminano, a completamento di un vero e proprio giro, pochi metri sotto la zona di partenza. Da lì, inizia la seconda parte con i concorrenti impegnati nella discesa asfaltata che, passando davanti alla Chiesa Parrocchiale, si getta nella parte bassa dell'abitato. Appena fuori dal paese, arrivano alla Cappella Bargolla dove si inseriscono a destra in un sentiero che li porta raggiungere la sottostante Auzate, altra frazione gozzanese che si trova a 449 metri s.l.m., dato inserito per meglio comprendere il dislivello incontrato durante la gara. Arrivati quindi ad Auzate, compiono un breve giro tra le case che li porta poi ad inserirsi sulla strada asfaltata che collega le due frazioni. Puntando verso Bugnate, affrontano un primo breve tratto quasi pianeggiante per poi, all'uscita da Auzate, abbandonare l'asfalto ed entrare in un sentiero sterrato che scende nella sua prima parte. Entrano così negli ultimi due chilometri che li portano a risalire il bosco e dirigersi verso la parte bassa di Bugnate, raggiunta in prossimità della chiesetta di San Rocco. Inizia da lì il tratto conclusivo di cinquecento metri. Dopo il primo, breve ma ripido, strappetto che passa davanti alla Casa di Riposo, si arriva ai piedi della vera e propria ascesa finale al Colle della Guardia. Quattrocento metri in quattro tornanti che il pubblico, numeroso anche per la concomitante festa campestre, ha potuto interamente godersi dalla sommità.

Meno godimento per gli atleti impegnati in un duro sforzo, stante le forti pendenze da superare in questo breve tratto. Per tutti, alla fine della fatica, gli organizzatori del G.S. Castellania hanno voluto riservare un gradito omaggio consegnando a ciascuno di loro una confezione di riso o miele. Con prodotti alimentari di vario genere sono stati invece premiati i più bravi.

04 BUGNATE 069.jpg (67205 byte)In testa a tutti, ancora una volta, il marocchino Salah Ouyat. Con il suo passo è riuscito a staccare gli avversari più tenaci, in primis il borgomanerese Stefano Luciani che, secondo all'arrivo, ha cercato di insidiare fino all'ultima salita la prima posizione di Ouyat. Dietro Luciani, è arrivato Said Ouyat cui sono seguiti, più staccati, Donato Macellaro e Fabio Malvestiti.

04 BUGNATE 097.jpg (75677 byte)Grande prova di Miriam Borgini in campo femminile. Con passo deciso l'atleta di Barengo ha messo tra sè e le avversarie un distacco che le ha permesso di affrontare con una certa sicurezza la salita finale. Ancora seconda Roberta Picozzi, all'ennesima positiva prestazione stagionale, mentre Cecilia Mora era terza davanti a Rita Zambon e Gisella Campolo.

Impegnativo anche il minigiro con i partecipanti a raggiungere il traguardo dal versante opposto a quello del giro lungo, quel lato in cui la salita viene affrontata interamente sullo sterrato. Davvero bravi tutti a concludere la corsa, con una menzione speciale per i due vincitori Federico Valsesia e Valentina Mora.                    

 
IL SERVIZIO FOTOGRAFICO
04 BUGNATE 007 04 BUGNATE 011 04 BUGNATE 012 04 BUGNATE 013 04 BUGNATE 014
04 BUGNATE 015 04 BUGNATE 017 04 BUGNATE 018 04 BUGNATE 019 04 BUGNATE 020
04 BUGNATE 021 04 BUGNATE 022 04 BUGNATE 024 04 BUGNATE 026 04 BUGNATE 027
04 BUGNATE 029 04 BUGNATE 032 04 BUGNATE 033 04 BUGNATE 034 04 BUGNATE 035
04 BUGNATE 036 04 BUGNATE 039 04 BUGNATE 040 04 BUGNATE 041 04 BUGNATE 042
04 BUGNATE 043 04 BUGNATE 044 04 BUGNATE 045 04 BUGNATE 046 04 BUGNATE 047
04 BUGNATE 048 04 BUGNATE 049 04 BUGNATE 052 04 BUGNATE 053 04 BUGNATE 054
04 BUGNATE 055 04 BUGNATE 056 04 BUGNATE 057 04 BUGNATE 058 04 BUGNATE 069
04 BUGNATE 070 04 BUGNATE 071 04 BUGNATE 072 04 BUGNATE 074 04 BUGNATE 075
04 BUGNATE 076 04 BUGNATE 077 04 BUGNATE 078 04 BUGNATE 079 04 BUGNATE 081
04 BUGNATE 082 04 BUGNATE 083 04 BUGNATE 084 04 BUGNATE 086 04 BUGNATE 088
04 BUGNATE 089 04 BUGNATE 090 04 BUGNATE 091 04 BUGNATE 092 04 BUGNATE 093
04 BUGNATE 094 04 BUGNATE 095 04 BUGNATE 096 04 BUGNATE 097 04 BUGNATE 098
04 BUGNATE 099 04 BUGNATE 101 04 BUGNATE 102 04 BUGNATE 103 04 BUGNATE 105
04 BUGNATE 107 04 BUGNATE 69a