L'archivio storico di nuniez.it

Hit Counter

News & Comunicati
Servizi speciali
Gamba d'Oro
Ammazzinverno
Piede d'Oro
Vco in corsa
Circuito Running
Notizie dalla Fidal
Allenamento
Consigli e Curiosità

 

26ª Prova Gamba d’Oro 200404 S CROCE 001.jpg (91700 byte)

Santa Croce di Borgomanero, 18/06/04

A cura di Pier Carlo Manni

Servizio fotografico di Emmeemme

Ouyat si prende la rivincita su Luciani, ma forse lui pensava ad altro…

Percorso ridotto per la prova di venerdì 18 a Santa Croce. Causa una frana che ha interessato la strada tradizionalmente utilizzata per l'attraversamento di Vergano, gli organizzatori hanno dovuto apportare una variante alla parte iniziale. Infatti, dopo la 04 S CROCE 003.jpg (56239 byte)partenza davanti alla casa parrocchiale ed il consueto giro nel cuore della frazione borgomanerese, i concorrenti, una volta usciti sull'asfalto, affrontavano subito la strada che sale verso Gargallo. Ascesa regolare che però diventava più ostica quando, svoltando a sinistra, veniva affrontato l'impegnativo strappo che raggiunge Vergano. Poco meno di cento metri, ma si fanno sentire tutti nelle gambe dei partecipanti. Superato questo ostacolo, la strada girava a destra e, scollinando dolcemente, portava all'uscita dalla frazione. Completando un vero e proprio anello, si svoltava ancora a destra per riaffrontare, questa volta in discesa, il tratto precedente interessato. Svoltando poi a sinistra si entrava nella parte finale che, interamente pianeggiante, avrebbe riportato nel centro di Santa Croce. Con il conseguente passaggio tra le vie che attraversano le abitazioni, si giungeva nei pressi della locale chiesa da dove partivano gli ultimi duecento metri, conclusisi davanti al tendone di partenza.

Volendo riprendersi la rivincita per lo smacco subito a Pogno, Salah Ouyat04 S CROCE 042.jpg (56387 byte) partiva di gran carriera e, facendo subito la differenza, metteva tra sè e gli avversari un vantaggio che gli permetteva di presentarsi in solitaria sulla linea d'arrivo. Netto il distacco tra il marocchino di Soriso e gli avversari. Primo dei quali era Stefano Luciani, alla sua ultima corsa da "uomo libero". Auguri e felicitazioni a lui per l'importante passo compiuto nella mattinata di sabato 19 con la sua compagna Marta. L'ideale podio d'arrivo veniva poi completato da Said Ouyat, fratello del vincitore, giunto terzo. Volata a quattro per le posizioni successive. Se la aggiudicava Fabrizio Borgini che superava Maurizio Chiarello e Donato Macellaro, con Riccardo Andrian settimo, forse affaticato dallo sforzo compiuto per rientrare, proprio nell'ultima parte in paese, sui tre che lo precedevano.

Dominio incontrastato di Adele Montonati tra le rappresentanti del gentil sesso. Un assolo che non ha lasciato scampo alle avversarie e che ha portato la giovane vergiatese a vincere indisturbata, chiudendo addirittura diciannovesima assoluta. Terminava, pertanto, seconda la barenghese Miriam Borgini, autrice di una buona gara essendo riuscita a fare meglio della sempre combattiva Rita Zambon, terza davanti ad Alice Di Simone e Rita Magistri. 

Minigiro ancora nel segno di Massimiliano e Federica Cerutti, all'ennesimo successo stagionale.

 
IL SERVIZIO FOTOGRAFICO
04 S CROCE 001 04 S CROCE 002 04 S CROCE 003 04 S CROCE 004 04 S CROCE 006
04 S CROCE 007 04 S CROCE 009 04 S CROCE 010 04 S CROCE 012 04 S CROCE 013
04 S CROCE 015 04 S CROCE 016 04 S CROCE 018 04 S CROCE 021 04 S CROCE 022
04 S CROCE 023 04 S CROCE 026 04 S CROCE 028 04 S CROCE 029 04 S CROCE 033
04 S CROCE 036 04 S CROCE 037 04 S CROCE 042