L'archivio storico di nuniez.it

Hit Counter

News & Comunicati
Servizi speciali
Gamba d'Oro
Ammazzinverno
Piede d'Oro
Vco in corsa
Circuito Running
Notizie dalla Fidal
Allenamento
Consigli e Curiosità

 

24ª Prova Gamba d’Oro 2004

Casalino, 13/06/04

A cura di Pier Carlo Manni

Salah Ouyat e Roberta Picozzi si impongono sul piatto tracciato immerso nelle risaie

Se le corse di venerdì 11 avevano riservato sorprese di percorso, con salita a Marano Ticino e piattone a Piedimulera, lo scenario nel quale era stato disegnato il percorso di Casalino, tappa della Gamba d'Oro di domenica 13, poteva avere un unico elemento: il terreno pianeggiante. Il comune novarese si trova infatti in piena zona di coltura del riso e proprio attraverso le risaie che circondano l'abitato si snodava il tracciato. Elemento di disturbo il forte vento che soffiava nella mattinata e che, riuscendo fortunatamente a sparpagliare le nere nubi che si addensavano, foriere di intemperie, sulla zona, ha condizionato il passo dei concorrenti soprattutto nelle fasi iniziali, con folate contrarie al senso di marcia. Col trascorrere dei chilometri, però, anche questi inconvenienti passavano, sostituiti comunque dal caldo sole uscito nel mentre. Ad attenuare la calura dei raggi solari, altro elemento di disturbo in quanto erano quasi del tutti inesistenti i tratti in ombra incontrati sul percorso, ci avevano previdentemente pensato i solerti organizzatori, predisponendo ben tre ristori di percorso, oltre all'immancabile di fine corsa. Davvero un'ottima scelta che ha aiutato i concorrenti a meglio sopportare la calura e a concludere in buono stato la propria prestazione.

La corsa vera e propria ha registrato l'ennesimo successo di Salah Ouyat (nella foto durante la corsa di Santa Cristina).04_S_CRISTINA 076.jpg (90580 byte) Una gara d'attacco fin dalle prime battute che lo hanno visto prendere la testa della corsa già nel tratto iniziale in uscita da Casalino. Poi, entrati subito nella zona delle risaie, allungare decisamente e iniziare così una solitaria cavalcata per tutto il resto del percorso. L'imprendibile marocchino portava così a termine la gara in tutta sicurezza, presentandosi al traguardo con ampio margine di vantaggio. Il secondo posto veniva conquistato da Silvio Gambetta che precedeva Said Ouyat, il fratello del vincitore. I due erano stati i primi a tentare l'inseguimento al battistrada e, pur non riuscendovi, si guadagnavano quel vantaggio che permetteva loro di giocarsi la piazza d'onore senza essere raggiunti. In quarta posizione si piazzava poi Domenico Licandro dietro cui giungeva Francesco La Barbera, riuscito a far meglio di Nicola Bovio, sesto davanti a Fabio Gattoni.

Famiglia Gattoni comunque in festa per la vittoria di Roberta Picozzi, moglie di Fabio. Impostando una gara anch'essa d'attacco, la borgomanerese staccava tutte le avversarie e, senza accusare brutti cali di ritmo, concludeva vittoriosamente la sua prova, bissando così il successo da lei ottenuto undici giorni prima ad Ornavasso. Ancora in evidenza la cadrezzatese Rita Magistri con un secondo posto davvero meritato che le permetteva di precedere ancora Gisella Campolo. Meritatissima quarta posizione per Caterina Giobbio, sempre tenace e battagliera, seguita poi dalla giovane Francesca Dal Ponte.

Minigiro ragazzi fatto suo da Alex Cavigioli, davanti a Matteo Brumana e Andrea Cerri. Tra le ragazze, ritorno al successo per Monica Gramoni davanti a Monica Mercatali e alla propria sorella Stefania.

550 il numero degli iscritti registratisi per questa gara ai cui organizzatori vanno sicuramente rivolti meritati complimenti. L'attenzione da loro prestata ai partecipanti e che si è materializzata con la predisposizione di maggior ristori è sicuramente da prendere ad esempio. Speriamo che anche altre organizzazioni sappiano adeguarsi, soprattutto adesso che l'estate sta iniziando.