L'archivio storico di nuniez.it

Hit Counter

News & Comunicati
Servizi speciali
Gamba d'Oro
Ammazzinverno
Piede d'Oro
Vco in corsa
Circuito Running
Notizie dalla Fidal
Allenamento
Consigli e Curiosità

 

16ª Prova Gamba d’Oro 2004

Cureggio, 21/05/04

A cura di Pier Carlo Manni

Alle Cascinea Enea vittoria ai soliti mattatori: per Salah Ouyat sono 5, Mara Dellavecchia a quota 6

Errata corrige. Parlando della corsa di Santa Cristina di domenica 16 u.s., era stato citato il "Casale di Mezza". Trattasi invece del "Casale di Cima". Ringrazio l'amico B.Bac. per la precisazione.

E veniamo alla prova di Cascine Enea di venerdì 21. La frazione cureggese si trova in località Piano Rosa ed il suo nome rispecchia effettivamente la morfologia della zona scelta per la sedicesima prova della Gamba d'Oro.

Il percorso previsto era infatti interamente pianeggiante, se si eccettua la breve discesa e successivo strappetto che, in uscita dal primo tratto boschivo, portavano in direzione della località Buraiga e del cavalcavia autostradale. Difficoltà altimetriche di scarsissima rilevanza per i podisti. Corsa molto veloce in cui ha voluto però metterci lo zampino, tanto per gradire, il maltempo. Un forte temporale si è infatti abbattuto sulla zona poco prima della partenza. Conseguenze effettive il formarsi di fango e pozzanghere nei tratti sterrati più scoperti. La pioggia, che aveva costretto tutti i presenti a trovare riparo nell'enorme capannone sede di ritrovo ed iscrizioni, ha cessato fortunatamente di cadere alcuni minuti prima del via cosicchè la corsa è partita all'orario stabilito, con i 462 iscritti a lanciarsi lungo il sentiero che avrebbero poi ripercorso in senso contrario all'arrivo. 

Infatti, dopo il primo chilometro, il tracciato andava a formare un giro tra i boschi che, dopo il già accennato passaggio dalla Buraiga, proprio sul ponte che scavalca la A26 rientrava in senso opposto, con l'imbocco di un altro sentiero anch'esso tra i boschi. L'anello andava poi a completarsi con il reinserimento sul chilometro iniziale che fungeva, come detto, da parte finale.

04_G_D_O_MONTRIGIASCO 057.jpg (83737 byte)Confermandosi davvero il più forte del lotto era ancora una volta, la quinta in questo calendario, Salah Ouyat ad aggiudicarsi la gara. Il marocchino di Soriso, suo attuale comune di residenza, non lasciava scampo agli avversari e, con il passo brillante di cui è indubbiamente dotato, ha terminato in solitaria anche questa sua prova. Rientro nelle gare della zona per Dario Caruso firmato con la seconda posizione, davanti a Stefano Luciani, ancora una volta tra i protagonisti. A seguire troviamo poi il valsesiano Sergio Prolo che faceva sua la quarta posizione precedendo l'alessandrino Silvio Gambetta.

04_DAGNENTE 088.jpg (66561 byte)Sesto successo in campo femminile per Mara Dellavecchia. Niente da fare, ancora una volta, per le concorrenti con la sola Alice Di Simone che ha cercato di rimanerle in scia nei tre chilometri iniziali. Poi, anche l'oleggese ha dovuto alzare bandiera bianca e la bionda novarese se ne è andata verso il traguardo, vittoriosamente tagliato con ampio margine di vantaggio. Conservando la posizione acquisita, Alice Di Simone terminava poi in seconda posizione. Con distacchi diversi, si piazzavano poi Cecilia Mora, Simonetta Montis e Michela Zanetti.

Nel minigiro, Federico Valsesia bissava il successo di Santa Cristina, superando nell'ordine Massimiliano Cerutti ed Alex Cavigioli. Tra le ragazze, prima Monica Gramoni davanti a Valentina Mora e Monica Mercatali.