L'archivio storico di nuniez.it

Hit Counter

News & Comunicati
Servizi speciali
Gamba d'Oro
Ammazzinverno
Piede d'Oro
Vco in corsa
Circuito Running
Notizie dalla Fidal
Allenamento
Consigli e Curiosità

 

Londra, Baldini è quinto con il record: 2h07:22 

da www.fidal.it - 23/04/06

 

La maratona di Londra di questa mattina restituisce all'atletica italiana uno Stefano Baldini straordinario, il migliore, statistiche alla mano, in termini cronometrici. L'azzurro, quinto al traguardo (vittoria per il keniano Felix Limo in 2h06:39), ha infatti sigliato il record italiano della distanza, correndo in 2h07:22, sette secondi in meno rispetto a quanto era stato capace di fare sempre a Londra, nell'edizione 2002. Un record importantissimo per l'azzurro, considerato il difficile campo dei partenti della gara londinese, ma soprattutto il travagliato cammino di preparazione che aveva contraddistinto il suo 2006, tra infortuni e ritardi.

La gara ha avuto un esito imprevisto, almeno in confronto ai piani degli organizzatori. L'etiope Haile Gebrselassie, il personaggio più atteso (nono alla fine in 2h09:05), ha retto il ritmo dei migliori solo fino al 30esimo chilometro, quando cioè è partita la prima azione di rilievo, ad opera del keniano Evans Rutto. Più tardi, intorno al 38esimo chilometro, il break decisivo, con i keniani Lel e Limo a fuggir via, vanamente inseguiti dal sudafricano Ramaala. Baldini, dal canto suo, ha seguito il copione scritto alla vigilia: corsa regolare, per raccogliere, in fondo, i "resti" di un'andatura di testa verosimilmente folle. Il progetto è andato a buon fine, regalando al reggiano anche il piacere del record italiano. Certamente un messaggio chiaro ai futuri avversari di Goteborg, dove, quest'estate, si correrà per il titolo continentale.

La maratona di Londra è stata il solito straordinario spettacolo, agonistico e di partecipazione (oltre 47.000 al via). Tra le donne, l'assenza della primatista del mondo Paula Radcliffe non ha tolto rilievo alla corsa: il successo è andato alla statunitense Dina Kastor (ex Drossin) in 2h19:35, davanti alla russa Ludmila Petrova (2h21:29) e alla keniana Susan Chepkemei (2h21:45).

RISULTATI - UOMINI

1. Felix Limo (Kenya) 2:06:39 2. Martin Lel (Kenya) 2:06:41 3. Hendrick Ramaala (South Africa) 2:06:55 4. Khalid Khannouchi (United States) 2:07:04 5. Stefano Baldini (Italy) 2:07:22 6. Rogers Rop (Kenya) 2:07:34 7. Hicham Chatt (Morocco) 2:07:59 8. Jaouad Gharib (Morocco) 2:08:45 9. Haile Gebrselassie (Ethiopia) 2:09:05 10. Evans Rutto (Kenya) 2:09:35

DONNE

1. Dina Kastor (United States) 2:19:35 2. Ludmila Petrova (Russia) 2:21:29 3. Susan Chepkemei (Kenya) 2:21:45