L'archivio storico di nuniez.it

Hit Counter

News & Comunicati
Servizi speciali
Gamba d'Oro
Ammazzinverno
Piede d'Oro
Vco in corsa
Circuito Running
Notizie dalla Fidal
Allenamento
Consigli e Curiosità

 

Ai Tricolori di cross difficili bis per Leone e Tisi 

da www.fidal.it - 16/03/06

 

Lanciano, città abruzzese che vanta una lunga tradizione nel cross, ospita domenica prossima l’edizione 2006 dei Campionati Italiani di corsa campestre, appuntamento che chiude il Grand Prix della specialità e che servirà come ultima prova indicativa per la composizione della rappresentativa azzurra per i Mondiali di Fukuoka (1-2 aprile). Come in Giappone il fuoriclasse etiope Bekele cercherà di dare un seguito iridato nel cross alla vittoria mondiale ottenuta sui 3000 indoor a Mosca, più in piccolo un simile obiettivo è alla portata di due mezzofondisti italiani: Christian Obrist (Carabinieri) e Cosimo Caliandro (FF.GG.) possono infatti abbinare la vittoria nel cross corto a Lanciano ai titoli tricolori già conquistati ad Ancona rispettivamente sui 1500 e 3000 metri. Un compito reso oltretutto più agevole dall’assenza di Luciano Di Pardo (FF.GG.) vincitore di 7 titoli negli ultimi 8 anni nella specialità (gli ultimi quattro consecutivi) che ha rinunciato alla specialità per tentare la fortuna nel cross lungo.

La scelta del siepista molisano non deve stupire più di tanto: mai come quest’anno la gara lunga è aperta, anche se ha due indiscussi favoriti nel campione uscente Maurizio Leone (Carabinieri) e in Gabriele De Nard (FF.GG.) il più continuo fra i crossisti azzurri che recentemente si è disimpegnato più che bene in una specialità non sua come la mezza maratona, finendo addirittura quinto in un consesso di grandissima qualità quale quello della Roma-Ostia. Di Pardo potrebbe però essere l’uomo che fa saltare il banco, ma attenzione alle nuove leve: Montorio (Esercito), Meucci e Simionato (Aeronautica) sono atleti specializzatisi nella corsa campestre che hanno mezzi a sufficienza per aggiudicarsi la partita.

Abbiamo detto di Obrist e Caliandro un obiettivo simile è alla portata di Silvia Weissteiner (Sv Sterzing) prima ad Ancona sui 3000 metri, che ha rinunciato alla trasferta di Mosca per preparare la stagione all’aperto a cominciare dall’Eurochallenge dei 10000 metri. A Lanciano l’altoatesina chiuderà la stagione invernale andando a caccia del titolo nel lungo (scelta non di comodo visto che ai Societari di Macerata aveva vinto nel corto) sfidando la campionessa uscente Patrizia Tisi (CoVer Sportiva Mapei) vincitrice delle ultime tre edizioni. Nel corto l’assenza della Weissteiner apre le porte della vittoria a un nutrito gruppo di atlete, facendo di questa prova quella forse più incerta: la campionessa 2005 Dal Ri (Esercito) dovrà vedersela con la Tschurtschenthaler (Sv Sterzing), la Michalska e la Berlanda (FF.OO.), la campionessa europea Juniores de Soccio (Virtus Campobasso) e altre rivali che possono inserirsi nei quartieri alti della classifica.

Le gare di Lanciano saranno teletrasmesse da Rai Sport Sat, con inizio alle 13,30 e chiusura alle 15 con la gara lunga maschile come evento centrale.