L'archivio storico di nuniez.it

Hit Counter

News & Comunicati
Servizi speciali
Gamba d'Oro
Ammazzinverno
Piede d'Oro
Vco in corsa
Circuito Running
Notizie dalla Fidal
Allenamento
Consigli e Curiosità

 

A Padova tricolori di maratona con 4.300 iscritti

da www.fidal.it - 19/04/05

 

Il Campionato Italiano di maratona, che si svolgerà domenica sulle strade di Padova, ha già raggiunto un risultato importante, il raggiungimento della quota di 4.300 iscritti. Non è poco, in una stagione ricchissima di eventi, con gare di 42,195 km presenti quasi ogni domenica, e con tanti podisti italiani che hanno scelto mete estere. Una concorrenza che per certi versi ha reso più difficile l’allestimento di un “cartellone” di pretendenti alla maglia tricolore all’altezza dell’evento, ma alla fine la Maratona di Sant’Antonio avrà un cast di rilievo.

E’ soprattutto la gara femminile a proporre un nugolo di atlete di qualità, tutte a caccia di quel titolo tricolore, conquistato nello scorso novembre da Ornella Ferrara, purtroppo ferma ormai da tempo per i problemi fisici che la affliggevano già nell’estate 2004. Sarà una sfida Veneto-Lombardia: da una parte le atlete di casa Giovanna Volpato (che ha fatto il suo ritorno in maratona a Venezia 2004 dopo un anno abbondante dalla sua presenza ai Mondiali di Parigi) e Silvia Sommaggio (che sempre sulle strade lagunari lo scorso anno ha esordito in maratona), dall’altra Ivana Iozzia (vincitrice della Maratona di Reggio Emilia nel dicembre scorso) e Maria Cocchetti (prima a Roma e Trieste 2003). L’obiettivo per tutte loro è la vittoria, che ottenuta con un tempo di rilievo potrebbe anche schiudere loro le porte della nazionale per Helsinki.

In campo maschile la corsa al titolo dovrebbe riguardare principalmente due atleti esperti come Angelo Carosi, gia tricolore nel 2001 a Carpi e nel 2003 a Firenze, che per puntare al tris ha rinunciato alla trasferta a Boston, e Vincenzo Modica, ex vicecampione del mondo nel 1999 a Siviglia. Non mancheranno atleti di valore anche fra gli stranieri, a cominciare dai keniani Paul Lokira (appena 22 anni, vincitore a Reggio Emilia nel 2004) e Johnstone Changwony (nel 2004 secondo a Brescia e quarto a Carpi) per continuare con il brasiliano Franck Caldera de Almeida, ventiduenne del quale si dice un gran bene. Fra le donne le quattro italiane avranno il loro daffare contro la spagnola Maria Dolores Pulido, nazionale alle ultime Olimpiadi ma soprattutto finita settima all’Eurochallenge di Barakaldo sui 10000 metri. I primati della manifestazione sono 2h10:38 per gli uomini e 2h30:20 per le donne.