L'archivio storico di nuniez.it

Hit Counter

News & Comunicati
Servizi speciali
Gamba d'Oro
Ammazzinverno
Piede d'Oro
Vco in corsa
Circuito Running
Notizie dalla Fidal
Allenamento
Consigli e Curiosità

 

Maratona d'Italia memorial Enzo Ferrari

Comunicato stampa del 15/10/06

Maratona d'Italia - Grandi numeri e prestazioni a Carpi

Carpi - Una partecipazione straordinaria e una gara agonistica di altissimo livello. La 19ma edizione è stata una delle migliori sia dal punto di vista numerico che tecnico della Maratona d'Italia Memorial Enzo Ferrari. Regaliamo agli appassionati qualche numero per capire il valore della gara carpigiana versione 2006.

Gli arrivati

Sono stati ben 1384 i maratoneti che hanno terminato la gara. A questi vanno aggiunti anche 24 atleti disabili e 252 tra skaters e skirollers. Il traguardo di Piazza Martiri a Carpi è stato tagliato da ben 1660 atleti. L'ultimo atleta arrivato è stato Lino Tadei, valdostano di 85 anni, che ha corso i 42,195 km del percorso in 6h39'. Da Maranello erano partiti in 1898.

La gara femminile

In attesa delle maratone di Venezia e Firenze, solo a Roma la vincitrice di una gara italiana ha corso più velocemente del 2h26'43" di Aniko Kalovics: si tratta di Tetyana Hladyr, prima nella maratona capitolina con il tempo di 2h25'44". A livello internazionale la Maratona d'Italia si piazza al 12° posto assoluto.

Il tempo della Kalovics piazza l'ungherese al 25° posto nelle classifiche mondiali. Si tratta inoltre del nuovo primato nazionale, che migliora di oltre 2' il 2h28'50" stabilito da Judit Nagy dieci anni fa a Berlino.

Con 2h28'48", Rosalba Console ha invece corso la terza miglior prestazione della propria carriera. Ha fatto meglio solamente a Parigi nel 2003 (2° in 2h27'48") e nel 2005 (4° in 2h28'04").

La gara maschile

Il tempo del vincitore David Kemboi Kiyeng (2h10'07") è il terzo dell'anno per un vincitore di una maratona italiana, dietro Milano (Benson Cherono: 2h07'58") e Roma (David Kipkorir: 2h08'38").

Da sottolineare anche la media dei tempi degli atleti finiti sul podio: 2h10'10". Carpi si piazza terza in Italia dietro Milano (2h08'39") e Roma (2h09'23") e addirittura 14° al mondo, dietro a grandi capitali della maratona come Rotterdam, Londra, Amburgo e Parigi.

Sia il vincitore Kiyeng che il terzo classificato Hillary Korir (2h10'14") hanno stabilito il proprio primato personale.