L'archivio storico di nuniez.it

Hit Counter

News & Comunicati
Servizi speciali
Gamba d'Oro
Ammazzinverno
Piede d'Oro
Vco in corsa
Circuito Running
Notizie dalla Fidal
Allenamento
Consigli e CuriositÓ

 

Maratona d'Italia memorial Enzo Ferrari

Comunicato stampa del 15/10/06

podio_maritalia.JPG (234136 byte)
Maratona d'Italia - Vincono Kiyeng e la Kalovics - bene la Console

Carpi, 15 ottobre - Una scoperta e un ritorno. Aniko Kalovics e Rosalba Console sono state le grandi protagoniste della 19ma edizione della Maratona D'Italia Memorial Enzo Ferrari. L'ungherese, all'esordio sulla distanza, ha trionfato con il nuovo record nazionale di 2h26'43", mentre l'azzurra, dopo due ritiri a Roma e Goteborg, Ŕ tornata a correre forte, chiudendo al 2░ posto in 2h28'48". Tra gli uomini la vittoria Ŕ andata al keniano David Kemboi Kiyeng in 2h10'07", suo nuovo primato personale.

La Kalovics Ŕ partita molto forte, accompagnata spalla a spalla dal compagno-allenatore Zsolt Zsoder. Rimasta sola dopo 10 km, l'ungherese Ŕ transitata a metÓ gara in 1h13'15", 39" davanti alla Console e 48" davanti all'altra azzurra Vincenza Sicari. Sembrava un passaggio un po' azzardato, ma la Kalovics ha tenuto benissimo. Negli ultimi 2 km ha addirittura aumentato il ritmo, staccando il compagno e chiudendo con il secondo tempo pi¨ veloce mai corso a Carpi, dopo il record della gara di Maria Guida (2h25'57" nel 1999). Dietro la Console Ŕ arrivata la Sicari, che ha per la prima volta "assaggiato" la distanza.

"Sono molto contenta - ha detto la Kalovics subito dopo la gara - mi sono sentita molto bene, il mio futuro sarÓ la maratona". Anche se il prossimo obiettivo Ŕ la medaglia d'oro agli Europei di cross che si disputeranno a San Giorgio su Legnano il 12 dicembre. Raggiante anche la Console, pugliese di Crispiano. "Dopo la caduta nella gara degli Europei avevo il morale sotto terra - ha detto -. Non ho avuto molto tempo per preparare questa gara, ma non vedevo l'ora di tornare a gareggiare. Mi sarei accontentata di un tempo vicino alle 2h30', quindi sono felicissima".

Finale emozionante nella gara maschile. Dopo un ottimo lavoro della lepre Jackson Kirwa (1h04'13" a metÓ gara, 1h31'50" al 30░ km), davanti sono rimasti in quattro: Kiyeng, David Makori, Hillary Kipkosgei Kori e Henry Serem. Al 36░ km Kiyeng ha lanciato un attacco secco e ad un paio di km dalla fine aveva 23". Tutto d'un tratto la sua azione si Ŕ appesantita e Makori ha iniziato a recuperare metri su metro, arrivando solo 1" dietro di lui. "Mi sono pentito per non averci provato prima", ha ammesso Makori. Sul podio anche Korir (2h10'14", primato personale). L'ucraino Vasyl Matviychuk, che ha corso da solo per quasi tutta la gara, Ŕ arrivato solo 5░, mentre il primo degli italiani Ŕ stato il barese Vito Sardella, 9░ in 2h18'09".

Classifica Maschile
1. David Kemboi Kiyeng (Ken) 2h10'07"
2. David Makori (Ken) 2h10'08"
3. Hillary Kipkosgei Korir (Ken) 2h10'14"
4. Henry Serem (Ken) 2h10'58"
5. Vasyl Matviychuk 2h13'07"
6. Salomon Rotich (Ken) 2h14'01"
7. Stanley Kipleting Biwott (Ken) 2h14'24"
8. Julius Kirwa Choge (Ken) 2h14'55"
9. Vito Sardella (Ita) 2h18'09"
10. Pasquale Rutigliano (Ita) 2h20'25"