L'archivio storico di nuniez.it

Hit Counter

News & Comunicati
Servizi speciali
Gamba d'Oro
Ammazzinverno
Piede d'Oro
Vco in corsa
Circuito Running
Notizie dalla Fidal
Allenamento
Consigli e Curiosità

 

Da tutta Italia alla Camignada, la corsa in montagna dedicata all'ambiente

Comunicato stampa del 15/07/06

 

Tanti atleti di spicco il 6 agosto alla classica "Sei Rifugi" alle Tre Cime di Lavaredo

Arriveranno da tutta Italia e anche dall'estero i concorrenti della Camignada, la corsa in montagna organizzata dalla Sezione Cadorina del Club Alpino Italiano, che si svolgerà il prossimo 6 agosto con partenza da Misurina e arrivo ad Auronzo di Cadore, in provincia di Belluno. La manifestazione, che con i suoi 34 anni di vita è una delle corse in montagna più antiche d'Italia, è dedicata quest'anno al problema della desertificazione. Ogni edizione della Camignada è infatti legata al tema proposto dalle Nazioni Unite, che hanno proclamato il 2006 Anno Internazionale dei Deserti e della Desertificazione. La desertificazione rappresenta uno dei processi più allarmanti di degrado ambientale che minaccia la salute e le condizioni di vita di oltre un miliardo di persone. "Per combattere la siccità è necessaria una cultura di rispetto per l'ambiente e di risparmio idrico -afferma Paola De Filippo Roia, Presidente del Cai Auronzo- e il valore dell'acqua si apprezza in modo particolare lungo il percorso della Camignada, che parte dal verde lago di Misurina, attraversa freschi torrenti di montagna e si conclude sulle rive dello splendido lago di Auronzo". Gli splendidi scenari attraversati dal tracciato, primo fra tutti il passaggio alla base delle magnifiche Tre Cime di Lavaredo, richiamano ogni anno podisti e camminatori da ogni parte d'Italia. Tra di loro ci saranno quest'anno specialisti della corsa in montagna che cercheranno di interrompere il dominio della coppia Luciano Fontana - Ivano Molin, gli atleti di casa che da oltre 10 anni si spartiscono le vittorie alla Camignada e che anche quest'anno cercheranno di aggiudicarsi il titolo della "Sei Rifugi". Tra i favoriti, oltre alla coppia cadorina, sarà alla partenza il fiorentino Luca Baroncini, vincitore dell'ultima edizione della Pistoia-Abetone e della maratona Prato-Boccadirio. "Quest'anno mi sono dedicato alla corsa in montagna -ha detto Baroncini- e alla Camignada ce la metterò tutta, pur essendo una non competitiva. E' la prima volta che partecipo, ma sulla carta il tracciato mi si addice perché amo molto le discese ripide e tecniche, e la Val Giralba ha proprio queste caratteristiche". Oltre a Luca Baroncini, a dare battaglia ci saranno anche Tullio Grandelis, che lo scorso anno arrivò secondo staccato di poco da Luciano Fontana, ed Emanuele Cagnati, quarto la scorsa edizione alle spalle di Ivano Molin. Insieme ai "top runners" ci saranno anche centinaia di appassionati di montagna che ogni anno percorrono il tracciato camminando e godendosi la bellezza delle Dolomiti. Il passaggio a Forcella Lavaredo, ai piedi delle maestose Tre Cime, è considerato uno dei più affascinanti ed emozionanti di tutte le corse in montagna che si svolgono in Europa. I 30 km del percorso si svolgono quasi totalmente su sentieri del Cai, lontano dal traffico e dai rumori delle città. Le iscrizioni alla Camignada saranno aperte fino alle 7 di domenica 6 agosto, ma si consiglia di non aspettare l'ultimo giorno, visto il numero chiuso a 1.000 partecipanti. Tutte le informazioni sulla 34a edizione della "Camignada poi siè refuge" sono sul sito internet www.camignada.it.

34a Camignada poi siè refuge Domenica 6 agosto 2006 ore 8.00 Misurina - Auronzo di Cadore (BL) www.camignada.it  info@camignada.it