L'archivio storico di nuniez.it

Hit Counter

News & Comunicati
Servizi speciali
Gamba d'Oro
Ammazzinverno
Piede d'Oro
Vco in corsa
Circuito Running
Notizie dalla Fidal
Allenamento
Consigli e Curiosità

 

6a Corsa Salute e Vita Maratona Prato - Boccadirio

Comunicato stampa del 01/06/06

 

Corsa salute e vita: la maratona più "buona" d'Italia Il 2 luglio si corre la Prato-Boccadirio, la 42 km nata per aiutare la ricerca sul cancro

"Un male da vincere di corsa". E' questo lo slogan della Corsa Salute e Vita, la maratona competitiva che si correrà domenica 2 luglio con partenza da Prato e arrivo allo splendido Santuario di Boccadirio. Si tratta di una competizione atipica nell'ambito delle tante maratone che si corrono in Italia, non solo per il dislivello positivo di 1.000 metri e per il suo svolgimento in piena estate, ma soprattutto per le finalità benefiche per le quali si svolge. La Corsa Salute e Vita è infatti nata con l'intento di sensibilizzare la gente alla lotta contro il cancro, e di devolvere interamente il ricavato all'AIMaC, Associazione Italiana Malati di Cancro. Piero Giacomelli, ex mezzofondista colpito alcuni anni fa da questo terribile male, è l'ideatore e organizzatore di questa manifestazione, che festeggia quest'anno la sua sesta edizione. "Nel 2005 sono stati raccolti più di 5.000 euro -ricorda Giacomelli- che abbiamo totalmente donato in beneficenza. I podisti hanno dimostrato di essere persone di cuore che sanno capire e lottare nel momento del bisogno e questo risultato è stato possibile grazie alla generosità loro e di tutti i volontari che si sono impegnati per questa causa". L'edizione 2006 della Corsa Salute e Vita vedrà inoltre la nascita di un nuovo concetto di "pace-maker": non più soltanto "lepri" da seguire per ottenere un tempo prestabilito, ma anche e soprattutto "angeli custodi", che vigileranno sullo stato di salute dei concorrenti, pronti ad aiutarli sia in caso di malesseri fisici sia nell'eventualità di eventuali crolli morali. Il gruppo di pace-maker sarà riconoscibile dai completi di gara targati "Regalami un sorriso", slogan abbinato all'impegno di Piero Giacomelli, ormai divenuto famoso in tutta Italia grazie alla presenza dei "pacer sorridenti" alle maggiori maratone nazionali. Il percorso della gara prevede la partenza dal centro di Prato alle 7.30 del mattino, orario studiato per permettere agli atleti di correre la prima parte della maratona quando il clima è ancora fresco e di transitare nelle ore più calde all'interno dei freschi ed affascinanti boschi dell'Appennino tosco-emiliano. I 42,195 km potranno essere percorsi anche da gruppi di 3 persone ciascuno, che gareggeranno per la classifica della Maratona a staffetta. Il primo frazionista sarà impegnato nel tratto Prato-Vernio di 21 km, il secondo coprirà il tragitto da Vernio a Montepiano (11 km), e il terzo correrà i 10 km finali da Montepiano a Boccadirio, dove è situato l'arrivo, in corrispondenza del famoso Santuario che ogni anno accoglie migliaia di turisti e fedeli in pellegrinaggio. Le iscrizioni, aperte fino al 30 giugno, hanno un costo da 10 Euro in poi come donazione. In zona arrivo a Boccadirio, oltre ad un pranzo all'aperto, sarà possibile prenotare il pullman per il ritorno a Prato. Il servizio fotografico, curato dallo stesso Piero Giacomelli, sarà disponibile su internet all'indirizzo www.atleticaimmagine.com.

6a Corsa Salute e Vita Maratona Prato - Boccadirio 42,195 km e Maratona a staffetta (3 frazionisti) Domenica 2 Luglio 2006 www.atleticaimmagine.com/csv.php  tel. 0574 445266 / 348 7258208 fax: 0574 42445 e-mail: csv@atleticaimmagine.com