L'archivio storico di nuniez.it

Hit Counter

News & Comunicati
Servizi speciali
Gamba d'Oro
Ammazzinverno
Piede d'Oro
Vco in corsa
Circuito Running
Notizie dalla Fidal
Allenamento
Consigli e Curiosità

 

XXII FIRENZE MARATHON, GOFFI LANCIA LA SFIDA: “VINCERE A TEMPO DI RECORD, PER CONQUISTARE UN POSTO AGLI EUROPEI”

(XXII Firenze Marathon, domenica 27 novembre – ore 9,15, piazzale Michelangelo)

Comunicato stampa del 25/11/05

 

“Sto bene e sono convinto che Firenze sarà il mio trampolino di lancio per gli Europei di Goteborg”. Non si nasconde Danilo Goffi, è lui l’atleta da battere di questa XXII Firenze Marathon. Il maratoneta dei Carabinieri Bologna, 33 anni, otto volte azzurro (Olimpiadi Atlanta ’96, Mondiali Atene ’97 e Siviglia 99), con un record di 2h08’33” ottenuto a Rotterdam nel 1998, arriva a Firenze in un ottimo stato di forma. Per lui il 2004 si era chiuso bene, con un secondo posto a Venezia in 2h09’55”, e il nuovo anno era stato battezzato con il successo a Torino (2h11’12”), prima che un piccolo infortunio gli precludesse la strada per i Mondiali. “Mi sono allenato al meglio – ammette Goffi -, seguendo i programmi, e le gambe girano bene. L’obiettivo è sicuramente quello di correre sotto le 2h11’, battendo il primato di Firenze, che è fermo su 2h10’38”. Sono cosciente che un risultato di questo tipo potrebbe diventare una garanzia per un biglietto per i prossimi Europei di maratona a giugno. Tolto il posto per Stefano Baldini, ci sono altre cinque maglie da assegnare e sono sicuro di poter dire la mia. Ora il record a Firenze e poi una riconferma in una maratona a primavera”. Il nuovo percorso di Firenze si annuncia ancora più scorrevole e l’unica incognita potrebbe essere di carattere metereologico. “Spero solo che non piova – spiega l’atleta dei Carabinieri –, il freddo non è un problema. Sarebbe un peccato, perchè il percorso si presta ad un grande tempo. Da parte mia devo gestire bene la gara mentalmente e non sottovalutare gli avversari, soprattutto i keniani, che riservano sempre sorprese”.

Una conferma alle parole di Goffi arriva da Luciano Gigliotti, selezionatore azzurro per la maratona: “Danilo sta bene – spiega – ho seguito i suoi allenamenti e la forma è ottima. L’obiettivo è un passaggio intorno a 1h04’30” o 1h04’50” alla mezza, per chiudere intorno alle 2h10’, con la seconda parte di gara che appare più scorrevole. Un risultato del genere sarebbe già un’ipoteca per gli Europei di Goteborg. Goffi è un atleta di sicuro rendimento, uno di quelli che vorresti sempre avere con te, quando affronti una spedizione per un grande appuntamento internazionale. Sarebbe una delusione se non riuscisse a scendere sotto le 2h11’, in quel caso rimanderemmo tutto ad una maratona primaverile”. In gara anche Giacomo Leone, ex primatista italiano con 2h07’52”, su cui Gigliotti spende parole positive. “Giacomo è un ragazzo in gamba – ammette il tecnico azzurro – e può dare ancora molto a questo sport. So che sta bene, si è allenato una decina di giorni insieme a Stefano Baldini e con buoni risultati. Ha attraversato un periodo difficile, senza finire maratone dall’aprile del 2002 a oggi e spero che questo rientro lo rilanci”.

“Firenze è come un nuovo debutto – ricorda Giacomo Leone, ultimo vincitore italiano a New York nel ’96 -. E’ dall’aprile del 2002, quando sono arrivato secondo a Padova, che non concludo una maratona e quindi la Firenze Marathon diventa qualcosa di più di un semplice rientro. L’obiettivo è terminare la gara, stando bene, non ho un obiettivo preciso di tempo. Potrebbe andar bene anche un 2h13’ o un 2h14’, per poi puntare tutto su una bella maratona a primavera. Il sogno resta una maglia azzurra per Goteborg e Firenze può essere il primo passo per raggiungere questo obiettivo”.

Il campo dei top runner è completata da i keniani Samson Kosgei (32 anni, personale di 2h11’43”, reduce da una bella vittoria a Bruxelles), David Kiptum Kipruto (30 anni, personale di 2h14’15”) e Jomo Godwin Kororia (25 anni, personale di 2h11’07”, con 2 maratone vinte in carriera), annunciati in grande forma. Fra gli italiani, il sempreverde Angelo Carosi, monumento dei 3 mila siepi, punta ad un piazzamento di rilievo (personale di 2h12’46” e già due vittorie a Firenze). In campo femminile è battaglia apertissima fra le keniane Alice Chelangat (personale di 2h26’22”, con una vittoria a Milano 2001 e molti piazzamenti di rilievo) e Anne Jelagat Kibor (personale di 2h29’23”e vittorie a Praga, Losanna, Venezia, Milano e Carpi), che potrebbero far vacillare il record della gara fiorentina, stabilito dalla slovena Helena Javornik nel 2002, con 2h28’15”. Fra le italiane spicca la campionessa tricolore Ivana Iozzia (personale di 2h35’40” e successi, a Reggio Emilia e Padova).

I CAMPIONI IN TELEVISIONE

Questi i pettorali dei top runner, da seguire in diretta la gara su Raitre dalle 9,15 alle 12. 1) Angelo Carosi, 2) Samson Kosgei, 3) Danilo Goffi, 4) David Kipruto, 5) Jomo Godwin Kororia, 6) Giacomo Leone, 7) 13) Paul Kogo Kipkemei. Fra le donne: 1) Anne Jelagat Kibor, 2) Alice Chelangat, 3) Ivana Iozzia, 4) Ida Kovacs, 15) Ivana Martincova.

FESTA DELLA TOSCANA AL MARATHON EXPO’

Ad aprire domani il programma degli eventi al Marathon Expò (struttura Indoor stadio di atletica ‘Ridolfi’), sarà il convegno ‘Sport e Diverse abilità’ a cui prenderanno parte Aldo Carlo Cappellini, professore associato al corso di laurea in Scienze motorie dell’Università di Firenze, Paolo Ignesti, presidente comitato prov. Coni, Marco Passerini: responsabile provinciale del Comitato italiano paraolimpico, Sergio Aito, primario Unità spinale di dell’Azienda Ospedaliera Careggi e vicepresidente dell’Associazione Mondiale Midollolesi, Giovanni Notarnicola docente di "Motricità adattata" al Corso di laurea in scienza motorie dell'Università di Firenze, Giuliano Vignozzi, atleta diversamente abile, Alberto Formigli, presidente della Commissione urbanistica del Comune di Firenze. Alle 12 la consegna ufficiale dei pettorali ai Top runner, con ripresa dell’evento da parte di Raisport Tgs; alle 12,30la cerimonia di apertura della Festa della Toscana 2005, che vedrà fra i suoi eventi anche la XXII Firenze Marathon e la Minirun, alla presenza di Riccardo Nencini, presidente del Consiglio Regionale. Alle 16 la presentazione della Cortina-Dobbiaco, con l’ex azzurro di maratona Gianni Poli, vincitore di New York ’86, e alle 17, la presentazione del libro ‘Le più belle maratone del mondo’ con Fausto Narducci della giornalista della Gazzetta dello sport, Roberto Quercetani, storico dell’atletica, e Massimo Magnani, tecnico di maratona, seguita alle 17,30 dalla presentazione della Maratona di Roma.